Spumante sarà tua sorella! / Vinologi.it - Il Blog del Vino italiano – Italian Wine Blog

lunedì 30 ottobre 2017

Spumante sarà tua sorella!



Oggi parliamo della nostra Eccellenza italiana, vino che tutto il mondo ci invidia, parliamo dei vini della Franciacorta.


Dalla nostra nuova rubrica “Forse non tutti sanno che…” alcune curiosità.


Nun ce provà!
Non provate neanche minimamente ad associarlo ai nostri cugini d’oltralpe… 
Il nome deriva da “Franzacurta” che compare in un'ordinanza riportata negli “Statuti di Brescia” del 1277 e che a sua volta deriva dalla dicitura latina “francae curtae” cioè “corti” (nel senso di corti monastiche) “franche” (esenti dai tributi vescovili).


Il terroir 


La Franciacorta si trova nel cuore della Lombardia, a due passi da Milano, affacciata sulle sponde del Lago d’Iseo, in un’area di circa 200 chilometri quadrati che comprende diciannove comuni della Provincia di Brescia. Le sue dolci colline, devono le loro antichissime origini ai ghiacciai che, ritirandosi oltre 10.000 anni fa, hanno creato l’anfiteatro all’interno del quale ha preso vita la Franciacorta.

Spumante sarà tua sorella!
L'Unione Europea riconosce a solo tre vini italiani (Asti, Marsala e, appunto Franciacorta) la possibilità di indicazione senza altri termini qualificati. Il disciplinare in vigore vieta esplicitamente l'utilizzo del termine spumante nella designazione e etichettatura. Pertanto è corretto e legittimo dire "Franciacorta" e non "spumante Franciacorta", come è storicamente anche per lo Champagne francese.

Per non confonderci…😁
Dal 1967 al 1995 il nome Franciacorta era usato anche per designare vini DOC rossi e bianchi prodotti nella stessa area. In seguito, questi vini sono stati ribattezzati Terre di Franciacorta e, dal 2008, Curtefranca.

Il classico non passa mai di moda…
La caratteristica fondamentale del Franciacorta è che l'unico metodo ammesso per la presa di spuma è quello tradizionale ovvero la rifermentazione in bottiglia (quella utilizzata da 3 secoli in Champagne), detto anche metodo classico. Inoltre, è stata la prima DOCG in Italia esclusivamente dedicata al metodo classico.


Tutta questa teoria… mi ha messo un pochino di sete… quasi quasi degustiamo!


Una degustazione 100% Franciacorta in compagnia della storica cantina Mirabella.

La cantina è stata fondata dall’amicizia fraterna dei due soci, l’enologo Teresio Schiavi e l’ingegner Giacomo Cavalli; tra i primi a credere nel progetto ambizioso Franciacorta.
Nel 1979 nasce così Mirabella, inizialmente una piccola realtà con una produzione di 8000 bottiglie nella vecchia filanda del paese, che nel tempo ha saputo distinguersi e diventare una tra le principali aziende di Franciacorta.






Vini che emozionano e che ci rendono orgogliosi di essere italiani.

Franciacorta Brut
Spontaneo, fruttato, vivace “per rendere speciale un momento di tutti i giorni”.
Franciacorta Brut DOCG, Chardonnay 70% e Pinot Bianco 30%. 

Note Degustative
COLORE: Giallo paglierino carico con riflessi dorati. 
PROFUMODelicate note di lievito e di pane cotto unite ad un fruttato molto elegante (mela Golden e banana). 
GUSTOEquilibrato di media persistenza, con piacevole retrogusto amarognolo, giustamente acidulo.



Satèn Franciacorta DOCG
Esotico, seducente, vellutato “per un incontro tra amici”
Chardonnay 100%, Il 10% del Franciacorta base affina 6 mesi in botti di rovere francese.

Note Degustative
COLORE: Dorato di grande spessore. 
PROFUMODelicato e intenso con prevalente sensazione di miele, banana e lievito arricchite da fragrante vaniglia. 
GUSTOBassa gasatura e sciroppo zuccherino richiamano la morbidezza, la SETA da cui la dicitura SATÈN. Piacevolmente acidulo e di notevole persistenza.



Rosé Franciacorta DOCG
Fresco, gentile, succulento “per un originale tocco di eleganza”
Chardonnay 45% - Pinot Nero 45% - Pinot Bianco 10%. Le tre varietà vengono raccolte a mano in epoche differenti a seconda della maturazione, da ultima il Pinot Nero per conferire profumi più complessi ed eleganza nel colore.

Note Degustative
COLORE: Rosa confetto che con l’invecchiamento prende riflessi ramati. 
PROFUMORicco ed ampio con sensazioni tipiche di lievito a cui si sommano frutti di bosco e sfumature vanigliate. 
GUSTOArmonico, di grande morbidezza facile da bere per tutti, in particolare per i palati femminili.


Demetra Extra Brut Millesimato Franciacorta DOCG 2009
70% Chardonnay - 20% Pinot Nero - 10% Pinot Bianco

Note Degustative
COLOREOro, il più nobile dei colori
PROFUMOPane appena sfornato e lievito misti a frutta gialla e fiori bianchi, con piacevoli note agrumate.
GUSTODeciso, secco, persistente, il tutto unito ad una sensazione di grande equilibrio ed eleganza








DØM Riserva Dosaggio Zero Franciacorta DOCG
Spontaneo, potente, elegante “per un evento importante della vita”
Franciacorta DOCG Millesimato RISERVA 2006. Chardonnay 60% - Pinot Nero 25% - Pinot Bianco 15%. Prodotto di grande complessità e freschezza, per palati esigenti. Il primo Franciacorta Riserva di Mirabella prodotto nella miglior annata scelta tra i già rari Millesimi prodotti dall’azienda. Bottiglia senza tempo da conservare anche per parecchi anni agitando il meno possibile le bottiglie.

Note Degustative
COLORE: Dorato carico con riflessi oro antico di eccellente limpidezza. 
PROFUMOMolto ricco di note mielose unite a lisato, vaniglia e piacevoli sentori di frutta esotica. 
GUSTOSecco e al tempo stesso vellutato grazie alle molecole cedute dal lievito durante il lungo affinamento e dalla fermentazione dei mosti a contatto con i pregiati roveri francesi. Tanta la stoffa e l’armonia.


Elite Senza Solfiti Extra Brut Franciacorta DOCG
Espansivo, ricco, irriverente “per stupire chi ti conosce”
3 enologi, 10 anni di ricerca, 4 tesi universitarie per il primo Franciacorta e il primo metodo classico italiano DOCG senza solfiti ed allergeni nel totale rispetto della natura e del consumatore.
Lo Chardonnay per la prima volta si esprime come natura lo ha creato, grazie allo studio di una tecnologia che ha portato alla riscoperta dei valori e delle emozioni da troppo tempo dimenticate.

Note Degustative
COLORE: Giallo paglierino carico con riflessi dorati. 
PROFUMOLieviti, erbe aromatiche macchia mediterranea
GUSTOPieno, deciso, con vena agrumata persistente





E adesso... cin cin!




© Vinologi.it - Il Blog del Vino italiano – Italian Wine Blog
Maira Gall