Tartufo… tu me provochi … e io te magno! / Vinologi.it - Il Blog del Vino italiano – Italian Wine Blog

mercoledì 12 luglio 2017

Tartufo… tu me provochi … e io te magno!



Oggi parliamo di abbinamento Vino - Tartufo.

Esistono moltissime specie di tartufo, le più conosciute e apprezzate ad uso gastronomico sono:

Tartufo Bianco Pregiato (Tartufo bianco d'Alba)
Tartufo Nero Pregiato (Tartufo nero invernale)
Tartufo Nero d'estate (Tartufo Scorzone)
Tartufo Bianchetto 


Ogni stagione ha il suo tartufo e di conseguenza anche il suo vino. 😋

Il Tartufo Nero estivo, per gli amici Tuber aestivum Vitt è un prodotto fantastico, profumato, gustoso e accessibile sotto il profilo economico.

Degustato fresco è tutto dire, Il suo profumo è aromatico, il sapore deciso ma morbido con note di porcino e nocciola. 

Nel tartufo così come per il vino è importante il terroir … perché? Il tartufo è da considerarsi una vera e propria "sentinella ambientale", non tollera, infatti, l'inquinamento e quant'altro sia dannoso alla natura e le sue caratteristiche rispecchiano la zona di cavatura, per il nostro piatto abbiamo scelto i tartufi della Rio Verde Tartufi, azienda artigianale abruzzese con sede a Borrello in un bellissimo contesto climatico, immerso nella natura e conosciuto, anche per le sue splendide Cascate del Rio Verde.


Ma parliamo di vino!

Scegliere il vino giusto da abbinare al tartufo estivo non è una cosa semplice, bisogna tenere a mente alcune linee guida.

  • - Il vino deve accompagnare il gusto del tartufo ed esaltarne la percezione.
  • - Non scegliere vini troppo corposi e dai tannini invadenti.
  • - Tutelare il piatto nella sua interezza, il tartufo è solo un ingrediente della nostra portata, il vino deve essere capace di equilibrare gli eccessi bio-chimici dell’intera pietanza.
  • - Evitare vini troppo aromatici e dall'eccessiva acidità.


Facciamo un esempio? 




Sta’Ping! 

Carbonara con tartufo scorzone.
La ricetta è quella classica, Olio Extravergine di oliva, guanciale, pecorino romano e uova… e a fine cottura l’abbiamo reso “petaloso” con del tartufo estivo fresco a fette.



Ma passiamo al nostro abbinamento! Tubero, non ci turbi! Abbiamo la cantina giusta che fa per questo piatto!


Il vino che abbiamo abbinato è la Civetta Rossa della Cantina Volverino, un Montepulciano al 100% ideale per esaltare il nostro tartufo estivo.






Oggi parliamo di un luogo meraviglioso tra il mare e la montagna, in mezzo a colline verdi di una bellezza particolare. Siamo nelle Marche! Nella bellissima Cantina Volverino.

Qui, vivono numerosi animali che hanno dato i nomi ai loro vini, tra cui: il Porcospino Lilla, la Civetta Rossa, la Farfalla Verde e la Cavalletta Gialla.
La degustazione di oggi prevede tre grandissimi vini!







La Farfalla Verde


Sangiovese e Montepulciano, rosato dal gusto fresco e sapido, i 12,5° si sentono tutti.




Note Degustative
COLORE: Colore cerasuolo, luminoso e brillante.
PROFUMO: Bouquet leggermente speziato, con sentori di ciliegia, amarena e melograno.
GUSTO: Rosato con un buon corpo, fresco ed equilibrato con accenni minerali. 
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10°/12°.




La Civetta Rossa


100% Montepulciano, un grande rosso affinato in barrique di rovere francese per quattordici mesi e poi in bottiglia, Vino non filtrato o chiarificato.





Note Degustative
COLORE: Rosso rubino intenso.
PROFUMO: Bouquet intrigante che richiama il tabacco fresco, la prugna e radice di liquirizia. 
GUSTO: Rosso importante dal gusto avvolgente e dai leggeri tannini.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16°/18°.



La Cavalletta Gialla


Sangiovese in purezza, vino elegante con un affinamento in barrique e acciaio per dodici mesi e poi in bottiglia Il vino non è stato sottoposto a nessuna chiarifica e filtrazione.





Note Degustative
COLORE: Rosso rubino.
PROFUMO: Bouquet speziato con sentori di ciliegia e frutti di bosco. 
GUSTO: Rosso elegante e di facile beva.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16°/18°.

© Vinologi.it - Il Blog del Vino italiano – Italian Wine Blog
Maira Gall