Vinologi.it - Il Blog del Vino italiano – Italian Wine Blog

martedì 25 settembre 2018

Super sconto per i miei followers!

Ciao ragazzi, ho una grande notizia da darvi!

Fino al 31/12/2018 abbiamo uno sconto a noi riservato sul noto portale di acquisto vini: www.soloproduttori.com


Basta inserire il Codice Coupon: Vinologi2018

Lo sconto è del 10%, ma se vi registrate, diventa del 10% + 5%!

E mi raccomando… Vino in bocca!



venerdì 14 settembre 2018

La vendemmia a Poggio del Moro

La vendemmia è sempre un'emozione! Chiediamo come la vivono a Poggio del Moro!


Settembre: il caldo afoso allenta gradualmente la sua presa, anche a Poggio del Moro, per lasciare spazio a temperature più miti. La potente e vibrante luce estiva viene sostituita da una più morbida, che sfuma leggera nel rincorrersi delle ore. Il colore degli alberi vira lentamente dal verde brillante verso tonalità più calde.




E’ un periodo di cambiamento climatico, settembre. Di luce calda, ma non più forte; di aria frizzante, che introduce verso una stagione nuova. Per Poggio del Moro, però, settembre significa prima di tutto vendemmia. 



Un momento di lavoro intenso, tradizionalmente fatto a mano, seguendo un processo faticoso ma che, ogni anno, ci regala grandi soddisfazioni. Perché è proprio a settembre che lo staff dell’azienda vitivinicola di Chianciano inizia a selezionare le uve che andranno a fermentare per poi diventare vino. 

Così, decine di uomini e donne, professionisti esperti, rinnovano un rito antico, destinato a distribuire gusto e felicità per i mesi a venire. Qua a Poggio del Moro, in particolare, abbiamo scelto una fermentazione naturale, prodotta dai lieviti dei nostri vigneti, per trasmettervi la massima espressione della loro anima. 
Così, racchiuse in 14 ettari nutriti dal sole e accarezzati dal vento, nascono le varietà a bacca rossa-Sangiovese, Merlot, Syrah, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, e quelle con l'uva bianca - Trebbiano Procanico, Grechetto e Malvasia Toscana. 

Il resto lo lasciamo fare alla nostra cantina: i vini riposano e crescono in una stanza d’invecchiamento costruita con mattoni vecchi che coniuga tradizione ed innovazione nelle loro massime espressioni. Custoditi in questa “conchiglia”, assumono un aroma ed un gusto che non conosceranno eguali in tavola. 

In questo modo nascono vini che racchiudono le tonalità frizzanti dell’estate in una bottiglia, come il nostro Ivole (Bianco Toscana I.G.P): un bouquet intenso e duraturo di fiori di campo - come la camomilla - e frutti appena accennati, come prugna, melone e pera, legati da un piacevole tocco agrumato.
Vini come il Rasea (Rosso Toscana I.G.P) fatto esclusivamente con uva Sangiovese: un classico senza tempo che rivela un equilibrio affascinante e si presenta al palato maturo e complesso. 
Vini come il nostro Galea (rosato Toscana I.G.P), un viaggio incantevole da non perdere, che attraverso un elisir dai toni corallo e con l’abbraccio avvolgente delle prugne, rimanderà a sensazioni esotiche. 


La vendemmia, dunque, resta un rito capace di riprodurre un incanto antico ed introduce direttamente ad un’altra fase estremamente attesa: quella delle degustazioni! 
Prenotate la vostra visita guidata: le nostre porte sono sempre aperte!

lunedì 30 luglio 2018

L’azienda vinicola Poggio del Moro selezionata tra le migliori realtà italiane per una degustazione all’Ambasciata di Vienna



L’azienda vinicola Poggio del Moro selezionata tra le migliori realtà italiane per una degustazione allAmbasciata di Vienna


Levento è in programma il 3 settembre: aziende e consumatori a confronto in un contesto di assoluto prestigio

Chianciano Terme, luglio 2018. Un invito allAmbasciata dItalia a Vienna, il 3 settembre prossimo, per prendere parte alla giornata di degustazione di vini italiani in Austria, organizzata da Casinos Austria e Genussbar Österreich. Equello che ha ricevuto Poggio del Moro, azienda vinicola di Chianciano Terme, selezionata per partecipare allesclusivo evento.




Un appuntamento, quello del 3 settembre, che oltre a svolgersi in una location di assoluto prestigio mette a confronto le migliori aziende vinicole italiane con i più autorevoli interlocutori del Paese ospitante: Associazioni di sommelier austriaci, membri dellAccademia del vino austriaca (Wine & Spirit Education Trust), commercianti di vino, agenti del settore enogastronomico, attività alberghiere, giornalisti e clienti commerciali.




Per loccasione, Poggio del Moro parteciperà con tre vini rossi (un Igt Rosso Toscana, un Chianti Colli Senesi Docg Riserva, un Igt rosso Toscana Sangiovese Rasea), un bianco (Igt Bianco Toscana Ivole) ed un rosé (Igt rosato Toscana Galio).

Una testimonianza ulteriore, dunque, del credito riconosciuto a livello internazionale e della bontà delloperato dellazienda che, da circa dieci anni, ha saputo rivitalizzare la produzione di vini in questa porzione di terreno a sud di Montepulciano.



Tutto questo grazie alla forza di una realtà che ha 14 ettari a disposizione,12 dei quali piantati con le varietà a bacca rossa-Sangiovese, Merlot, Syrah, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, e le altre due con l'uva bianca - Trebbiano Procanico, Grechetto, Malvasia Toscana.




Quella di Vienna è dunque la vetrina ideale per un intero territorio, oltre che l’occasione propizia per mantenere e sviluppare relazioni in un mercato in forte espansione, con Poggio del Moro che spicca grazie alle sue peculiarità. Un terroir ed un microclima unici, infatti, coniugati ad un approccio olistico nella conduzione dell’azienda, regalano ogni anno vini dalla sapidità e dalla persistenza inimitabili e, per questo, notevolmente apprezzati in tutto il mondo. 




Poggio del moro
https://www.poggiodelmoro.com
VIA CAVINE E VALLI, 79
53042 CHIANCIANO TERME (SI)
Telefono: +39 0587 30508
E-mail: info@poggiodelmoro.it

mercoledì 20 giugno 2018

Amore che genera




Oggi si parte con una carezza al cuore… con una canzone che entra in testa, passa per il cuore raggiungendo l’anima… 



Ma dammi la mano e torna vicino Può nascere un fiore nel nostro giardino Che neanche l’inverno potrà mai gelare Può crescere un fiore da questo mio amore per te.

Oggi parliamo di amore, quello vero, puro, incondizionato, che genera vita… L’amore che ti emoziona quando dai un bacio al pancino di tua moglie in dolce attesa, quando torni da lavoro e tuo figlio corre per tutta la casa per saltarti in braccio, quando non dormi la notte cercando di immaginare come sarà la piccolina.


L’amore da solo buoni frutti 😃


Oggi parliamo, infatti, di vini fatti con amore, della mia terra, La Puglia!
Un progetto eccezionale portato avanti dal grande enologo Fabio Mecca  che con amore cura ogni dettaglio delle sue creature.



Masseria Surani 
Nasce dalla passione per il vino della Famiglia Tommasi e dal desiderio di scoprire, selezionare e promuovere le eccellenze viticole italiane.
La Famiglia Tommasi ha acquistato ottanta ettari di terra nel cuore del Salento, nella zona Doc di Manduria, vicino alle bellissime spiagge bianche della costa ionica. 

Un territorio quello del Salento, rinomato per la produzione di Primitivo in particolare, ricco di storia e cultura dove la coltivazione della vite ha origini antichissime che risalgono ai tempi della Magna Grecia.

Il cuore della proprietà è rappresentato dalla Masseria Surani, tipica costruzione agricola che risale ai primi del novecento, che fungeva da centro organizzativo di tutto il lavoro e che oggi ospita la cantina di vinificazione e affinamento.

Attorno, i vigneti si estendono a perdita d’occhio verso il mare sotto un cielo terso, riscaldati dal calore del sole e accarezzati dalla brezza del vento.

I Vigneti
Il terreno in questa zona è calcareo, molto fertile e permeabile, fresco e di colore rosso ocra per la presenza di ferro.
I vigneti sono piantati a guyot stretto con una densità di 5.500 ceppi/ha, studiati in modo da inserirsi perfettamente nel territorio circostante, sono sostenuti da pali in legno in testata di ogni filare e sorretti da pali in ferro zincato al centro. L’irrigazione è presente, ma viene usata solo nei momenti di grande siccità.

Le Uve
L’idea alla base del progetto  MASSERIA SURANI  è quella di produrre grandi vini dai vitigni autoctoni della zona, in grado di esprimere e far conoscere l’enorme potenziale di uve come il Primitivo, il Negroamaro e il Fiano, in grado di regalare vini unici, di grande personalità e carattere. La filosofia aziendale coniuga ancora una volta tradizione e innovazione, nel rispetto di un territorio antico, interpretato in modo moderno, con vigneti a spalliera ad alta densità e rese molto ridotte per ottenere il meglio che il Salento può offrire.


Ma la cosa più interessante è… LA DEGUSTAZIONE!

Helios Negroamaro
Come da tradizione pugliese, un rosato 100% Negroamaro, il mio preferito, 1 giorno di macerazione sulle bucce e di seguito circa 10 giorni di fermentazione controllata in acciaio. Maturazione in bottiglia per almeno 4 mesi. 12.5% La gradazione alcolica.



Note Degustative

COLORE: Rosa brillante con riflessi corallo.
PROFUMI: Delicato e gradevolmente fruttato, ampio, intenso e persistente con note di frutta rossa e lampone.
GUSTO: Fresco e sapido, in perfetto equilibrio tra morbidezza e acidità.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10°-12°.


Arthemis Fiano
Un vino che può accompagnarci per tutta la stagione estiva, Fiano 90%, Chardonnay 10%, 10 giorni di fermentazione controllata in acciaio; maturazione in bottiglia per circa 4 mesi.12.5% La gradazione alcolica


Note Degustative

COLORE: Giallo Paglierino
PROFUMI: Intenso e complesso, caratterizzato da note di fiori bianchi, mandarino e limone. 
GUSTO: Aromatico con finale pieno e persistente, 
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10°-12° .


Ares Rosso
Per le nostre grigliate estive, Primitivo 70%, Cabernet Sauvignon 30% . 10 giorni di fermentazione controllata in acciaio; in seguito 6 mesi di maturazione in botte di rovere. 13% La gradazione alcolica.


Note Degustative

COLORE: Colore rosso rubino intenso
PROFUMI:  Al naso note di frutti rossi e amarena
GUSTO: Dal sapore sapido, tannini morbidi, acidità bilanciata.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16°-18° .


Heracles Primitivo
Primitivo al 100%! 12 giorni di fermentazione controllata in acciaio inox; in seguito 10 mesi di maturazione in botti di rovere. 13,5% La gradazione alcolica.


Note Degustative

COLORE: Intenso color rosso rubino
PROFUMI:  Note fruttate di ciliegia, fragola e liquirizia al naso.
GUSTO: Dal sapore pieno e ricco, con un buon corpo e con un tannino piacevole e vivace al palato.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16°-18° .



Dionysos 
Primitivo di Manduria riserva, il più importante dei Surani, elegante, persistente e dai morbidi tannini. 12 giorni di fermentazione controllata in acciaio inox; in seguito 15 mesi di maturazione in botti di rovere e 6 mesi in bottiglia. Warning! 15% La gradazione alcolica!


Note Degustative

COLORE: Rosso rubino intenso.
PROFUMI: Al naso ha note speziate di caffè, pepe e cioccolato.
GUSTO: l palato è fine, piacevole ed elegante, di buona intensità persistente e con tannini vellutati.
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16°-18° .

mercoledì 30 maggio 2018

Cordata Pugliese!

Siamo in ritardo!!!
L'estate è alle porte e la mia cantina piange... mi sa che ci conviene provvedere quanto prima al refill!!!

E cordata sia!

Questa volta giochiamo in casa, tappa Puglia!
Terra di rosati e di corposi rossi da abbinare nelle nostre grigliate!

Proviamo a saccheggiare i grandi vini della Masseria Surani a Manduria

Parliamo di grandi vini che abbiamo già avuto il piacere di degustare... quindi andiamo sul sicuro!







PS. nei prossimi giorni vi prometto un'articolo dettagliato su questa cantina!



© Vinologi.it - Il Blog del Vino italiano – Italian Wine Blog
Maira Gall